Ti trovi qui:Home»Coronavirus»Indicazioni operative per gestione COVID in ambito scolastico
Mercoledì, 09 Febbraio 2022 11:07

Indicazioni operative per gestione COVID in ambito scolastico

Con il D.L. n. 5/2022 sono state aggiornate le indicazioni sulla gestione dei casi di positività al COVID-19 nel sistema educativo, scolastico e formativo.

Queste sono le modalità di applicazione delle norme sanitarie:

  1. Nei casi in cui la frequenza scolastica sia stata sospesa, da lunedì 7/2/2022 possono riprendere la didattica in presenza (con l’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 fino al termine indicato dalla disposizione sanitaria) gli alunni dei servizi educativi, delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado e del sistema di istruzione e formazione professionale, che diano dimostrazione di
    • essere guariti da meno di centoventi giorni o dopo aver completato il ciclo vaccinale primario;
    •  avere effettuato la dose di richiamo (se prevista).
    •  avere concluso il ciclo vaccinale primario da meno di 120 giorni;
  2. Gli alunni della scuola primaria in sorveglianza con testing possono riprendere la didattica in presenza dal 7/02/2022 senza necessità di ulteriori test e senza la presentazione dell’attestato di rientro.
  3. Per gli alunni dei servizi educativi, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado che, alla data del 5/2/2022 siano in quarantena e non posseggano i requisiti di cui al punto 1 della presente nota, la quarantena è ridotta da 10 a 5 giorni.

Per consultare le risposte ai questi più frequenti, si riporta il link al sito del MIUR:

FAQ aggiornate sulle misure per la gestione dei casi di positività

Salva
Gestione Preferenze Cookies
Il sito utilizza cookies di Analisi (Google Analytics) e Funzionali per la condivisione sui principali social network. Privacy-Policy
Accetta tutto
Rifiuta tutto
Funzionali
Condivisione social network
AddThis
Condivisione social network
Accetta
Rifiuta
Web Analytics Italia
Agenzia per l'Italia Digitale
Matomo
Accetta
Rifiuta